ALPLA Group

ALPLA dà nuovo slancio al rici­claggio delle bot­ti­glie in Italia 

Nuovo impianto di est­ru­sione ad Anagni per 15.000 ton­nellate di rPET all’anno

Hard, 25 gen­naio 2021 – ALPLA Group, azi­enda inter­na­zio­nale spe­cia­liz­zata in imballaggi in plastica e nel loro rici­claggio, investe oltre cinque milioni di euro per cos­truire nel suo sta­bi­li­mento di Anagni un impianto di est­ru­sione per PET rici­c­lato adatto agli ali­menti (rPET), che sarà ottenuto da bot­ti­glie in PET usate (cosid­detto mate­riale post-consumer).

Nella città laziale di Anagni il gruppo pos­siede uno dei suoi princi­pali siti per la pro­du­zione di pre­forme. Lo sta­bi­li­mento, che conta attu­alm­ente 91 dipen­denti, lavora ogni anno circa 50.000 ton­nellate di PET, finora sol­tanto in pic­cola parte rici­c­lato. In futuro le cose cam­bier­anno e una parte rile­vante del fab­b­i­sogno verrà coperta con mate­riale post-consumer. In questo modo, i cli­enti potranno ordi­nare pre­forme con una per­cen­tuale di rPET fino al 100 percento.

Per rea­liz­zare il pro­getto, ALPLA sta instal­lando nello sta­bi­li­mento un nuovo impianto di est­ru­sione con una capa­cità annua di 15.000 ton­nellate di rPET. Per la cos­tru­zione dell’impianto stesso e dell’edificio necessario per ospi­tarlo il gruppo ha stan­ziato oltre cinque milioni di euro. La messa in eser­cizio è pre­vista per la seconda metà del 2021. Ver­ranno creati dieci nuovi posto di lavoro.

Sfrut­tare le sinergie
«Acquis­te­remo da imprese di rici­claggio locali i flakes di PET otte­nuti dagli imballaggi usati smal­titi dai con­su­ma­tori, li tras­for­me­remo in rigra­nu­lato di qua­lità adatta agli ali­menti e impieg­he­remo questo mate­riale per le nostre pre­forme», spiega Andrae Froeis, Plant Manager di Anagni. La pro­du­zione del mate­riale rici­c­lato diret­tamente nello sta­bi­li­mento per­met­terà di sfrut­tare inter­es­santi sinergie a livello logistico e di ges­tione maga­zzino, che pro­ba­bilm­ente si rif­let­ter­anno anche sui con­sumi energetici.

Inten­si­fi­care il riciclaggio
Georg Lässer, Head of Cor­po­rate Recy­cling di ALPLA, defi­nisce l’investimento nello sta­bi­li­mento laziale come una decisione stra­te­gica ori­en­tata al futuro. «Vogliamo inten­si­fi­care il rici­claggio da bot­tiglia a bot­tiglia, evi­tando il down­cy­cling. Inoltre, il nostro inves­ti­mento sti­mola la nas­cita di solu­zioni locali per il rici­claggio di bot­ti­glie in una regione attu­alm­ente carente in questo tipo di infrastrut­tura», spiega Lässer. Attu­alm­ente, la domanda di mate­riale rici­c­lato è con­te­nuta. «In una prospet­tiva a lungo ter­mine, però, questo pro­getto ci con­sen­tirà di sos­tenere i cli­enti in modo otti­male nell’attuazione di nuovi obi­et­tivi e dis­po­si­zioni e di off­rire loro un mate­riale di rici­c­lato della mas­sima qualità.»

Mag­giori infor­ma­zioni su ALPLA Group al sito www.alpla.com

ALPLA Group
ALPLA è tra le imprese leader nel settore degli imballaggi in materiale plastico. Con circa 21.600 collaboratrici e collaboratori e 178 stabilimenti distribuiti in 45 paesi del mondo, il gruppo produce soluzioni di imballaggio personalizzate, bottiglie, tappi e componenti stampati a iniezione. Gli imballaggi di elevata qualità vengono impiegati per una vasta gamma di prodotti: alimenti e bevande, cosmetici e prodotti per il corpo, detergenti per la casa, detersivi, medicinali, olio per motori e lubrificanti.
ALPLA gestisce i propri impianti per il riciclaggio di PET e HDPE in Austria, Polonia e Spagna e, in forma di joint ventures, in Messico e Germania. Aderendo al New Plastics Economy Global Commitment dell’ottobre 2018 il gruppo si è impegnato a conseguire entro il 2025 i seguenti obiettivi: tutte le soluzioni di imballaggio dovranno essere completamente riciclabili e il volume di materiale riciclato dovrà arrivare a coprire il 25 percento del fabbisogno totale. Per l’espansione delle attività di riciclaggio sono stati stanziati 50 milioni di euro.

Refe­rente per le domande delle redazioni:
ALPLA, Alex­andra Dittrich (Senior Sus­taina­bi­lity Com­mu­ni­ca­tions Manager), tele­fono: 0043/ 5574/ 602 — 1083, e‑mail: alexandra.dittrich@alpla.com
Pzwei. Agenzia di pubbliche rela­zioni, Werner F. Sommer, tele­fono: 0043/699/10254817, e‑mail: werner.sommer@pzwei.at